Fender

Il 10 agosto 1909 è una data che ha cambiato la storia della musica. Ad Anaheim in California USA nasce Clarence Leonida Fender, conosciuto meglio come Leo Fender. Dedichiamo un articolo a lui e alla azienda da lui creata, la “Fender Electric Instruments Company”, oggi “Fender Musical Instruments Corporation”. Leo Fender ha fondato e contribuito al successo di altri marchi storici della musica e in particolare delle chitarre elettriche come la “Music Man” (con la collaborazione “ufficialmente” iniziata nel 1975) e la G&L (la “G” presa dal nome del suo amico di vecchia data George Fullerton e “L” dal suo nome, Leo) fondata nel 1979. Poche persone hanno influito come Leo Fender e l’azienda che porta il suo nome sulla storia della musica moderna, soprattutto quello della chitarra elettrica. 

Leo Fender non sapeva suonare la chitarra. Da giovane ha suonato il pianoforte e un po’ di sassofono ma la sua vera passione era l’elettronica. Nemmeno in questo campo ho raggiunto titoli di studio. Ha frequentato un college per esperti contabili. Dopo alcuni anni in cui cambiò diversi lavori nel ‘38 arriva la svolta epocale. Apre a Fulton CA una piccola impresa di riparazioni di apparati elettronici, la “Fender Radio Service”. Qui comincerà a farsi conoscere nel mondo dei musicisti costruendo, affittando e vendendo i amplificatori acustici. In questo periodo conoscerà Clayton Orr “Doc” Kauffman, inventore e musicista che aveva lavorato e inventato niente di meno che per Rickenbacker. Insieme fondarono la “K&F Manufacturing Corporation” che progettava, produceva e commercializzava chitarre Lap steel (o Hawaiane) e amplificatori per queste. Nel 1946 il sodalizio si ruppe (più che amichevolmente, i due rimasero in buoni rapporti per il resto della vita) e Fender continuò gli affari fondando la “Fender Manufacturing”, più tardi “Fender Electric Instrument Co.” La storia di un marchio che è entrato nel mito era iniziata.

Nel 1951, così come dice il sito ufficiale dell’azienda, in un colpo solo Fender rivoluziona le chitarre elettriche e bassi solid-body. In quell’anno nascono la Broadcaster (rinominata poi Telecaster), il Precision Bass e l’amplificatore Bassman. Nei successivi nove anni vedranno la luce altri prodotti storici come la Stratocaster, la Jazzmaster e il Jazzbass. Non ci soffermiamo molto su queste chitarre, abbiamo un articolo dedicato solamente a loro. Quello che vogliamo mostrare è quanto sia stato incredibile quello che Leo Fender e la sua azienda sono riusciti a fare in soli dieci anni. 

Il 1959 è l’anno in cui la Fender si unisce alla Rhodes, azienda che aveva inventato e produceva un particolare tipo di pianoforte dove i martelletti non percuotono corde metalliche ma cilindretti metallici che poi entrano risonanza con barre accordate poste sopra di essi. Questo tipo di piano è conosciuto con il nome di piano Fender-Rhodes. Se volete ascoltare il suono unico che produce ascoltate “Riders on the Storm” dei Doors, “You Are the Sunshine of My Life” di Stevie Wonder, o guardate la scena del film cult The Blues Brothers dove Ray Charles ci suona “Shake Your Tailfeather” 

Nel 1965 per vari motivi, primariamente problemi di salute, Leo Fender vende la sua compagnia alla CBS (Columbia Broadcasting System). Inizialmente considerata salutare per l’azienda questa acquisizione portò a una generazione di prodotti di qualità inferiore. Gli appassionati dividono i prodotti Fender in pre-GBS e post-CBS. Per capire la portata del cambiamento di quegli anni, menzioniamo che in soli sette anni tutti i dirigenti e amici di Leo abbandonarono l’azienda, Leo compreso. Questa situazione portò alla nascita delle due aziende menzionate sopra. 

Nel 1985 l’azienda è stata comprata dai suoi impiegati che ne sono tutt’ora i proprietari.

Sei interessato all’acquisto di prodotti Fender o ne vuoi sentire il suono unico? Noi di R&D Sound abbiamo un vasto assortimento di chitarre, bassi e amplificatori Fender. Siamo facilmente raggiungibili ovviamente da Lugano, ma anche da Como, Bellinzona, Locarno e dal tutto il Ticino.

Continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'uso dei cookie. -

Die Cookie-Einstellungen auf dieser Website sind auf "Cookies zulassen" eingestellt, um das beste Surferlebnis zu ermöglichen. Wenn du diese Website ohne Änderung der Cookie-Einstellungen verwendest oder auf "Akzeptieren" klickst, erklärst du sich damit einverstanden.

Schließen