strumenti Musicali

Ci sono alcuni aspetti, consuetudini, e convenzioni sociali che accomunano praticamente ogni cultura umana. Ovunque andrete troverete persone sposate, troverete luoghi considerati sacri, troverete scambi economici più o meno evoluti e sicuramente musica e strumenti musicali. La musica fa parte della nostra storia, della nostra cultura e del nostro essere “umani”.

Gli storici sono hanno diversi pareri su quando sia iniziata la storia della musica ma tutti sono d’accordo che la musica è vecchia quanto la storia umana. Sì, sembra che la musica sia apparsa sulla terra insieme all’uomo. Anche su quali siano stati i primi strumenti musicali gli storici sono in disaccordo, ma quasi tutti sono d’accordo che il primo strumento che l’uomo abbia suonato è stato il nostro corpo. Le nostre mani sono stati i primi strumenti musicali che hanno prodotto ritmo. La nostra lingua, le nostre corde vocali e il nostro diaframma sono stati primi strumenti musicali che hanno prodotto musica.

Nel corso della storia abbiamo usato i più svariati strumenti musicali. I primi sono stati tronchi di legno, intestini di animali tesi per formare delle corde, ossa di animali usate come “flauti”. Sono i Sumeri però che ci hanno regalato quelli che noi occidentali consideriamo i primi veri strumenti musicali complessi, come l’arpa e la lira. Da allora l’amore dell’uomo per la musica ha prodotto una quantità stupefacente di strumenti musicali diversi. Fin dove sono arrivati la fantasia e l’ingegno umano sono stati creati strumenti musicali di ogni forma, timbro e grandezza.

Normalmente quando usiamo l’espressione strumenti musicali ci riferiamo a oggetti progettati con cura e maestria per questo scopo, spesso opera di artigiani esperti e meticolosi. Sicuramente ci viene in mente la bellezza di un violino oppure la complessità di un pianoforte. Effettivamente alcuni strumenti musicali hanno bisogno di attenta progettazione e manutenzione. Non è così però in tutti i casi. Se pensiamo alla diversità di stili e suoni che la musica popolare di diverse culture ha creato ci rendiamo conto anche della varietà di strumenti musicali che esistono nel mondo. Oggetti di uso quotidiano come una lattina, un bidone o un asse per il bucato possono diventare strumenti musicali. Per molti di noi sarebbe difficile definire questi oggetti come strumenti musicali ma nessuno di noi mette in dubbio che il suono che creano è musica pura, che ci trasporta e ci costringe a ballare.

Le note musicali non hanno lo stesso nome in tutte le nazioni. La convenzione più diffusa è “do re mi fa sol la si”. Queste corrispondono alle sillabe iniziali dei primi sei versi dell’inno Ut queant laxis a San Giovanni Battista (con piccole modifiche accorse nel corso del tempo). Tale teorizzazione musicale si deve a Guido Monaco (991-1050 ca.), meglio conosciuto come Guido d’Arezzo, un teorico musicale e monaco benedettino. In zone a influenza anglosassone si usano invece, per rappresentare le note, le prime 7 lettere dell’alfabeto latino (A, B, C, D, E, F and G) come in Germania (dove per il SI si usa però la lettera H). Se andate in india le note vengono chiamate Sa–Re–Ga–Ma–Pa–Dha–Ni. Culture diverse, nomi diversi, strumenti musicali diversi, ma tutti abbiamo in comune la passione per la musica. 

Sapete come si chiama la scienza che studia gli strumenti musicali? Si chiama organologia. È la scienza che studia la storia, le caratteristiche meccaniche e acustiche così come le tecniche per costruire strumenti musicali.

Vuoi scoprire di più del mondo della musica o vuoi imparare a suonare uno o più strumenti musicali? Vieni a trovarci! Qui a R&D Sound amiamo parlare di musica. Siamo facilmente raggiungibili ovviamente da Lugano, ma anche da Como, Bellinzona, Locarno e dal tutto il Ticino.

Continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'uso dei cookie. -

Die Cookie-Einstellungen auf dieser Website sind auf "Cookies zulassen" eingestellt, um das beste Surferlebnis zu ermöglichen. Wenn du diese Website ohne Änderung der Cookie-Einstellungen verwendest oder auf "Akzeptieren" klickst, erklärst du sich damit einverstanden.

Schließen